Continuano le truffe informatiche via email (phishing): la richiesta arriva da finti messaggi che inducono la persona a pagare dei tributi non dovuti. Per sicurezza e per non cadere nella truffa si raccomanda di controllare sempre l’email e di non inserire dati personali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.